lievitati

Panbrioche soffice al cacao

 

Avere voglia di un soffice pane da colazione… oppure un pane da tavola particolare che lascerebbe i vostri ospiti stupiti?  Eccolo, il panbrioche al cacao, dal sapore neutro e gusto particolare, poliedrico ed abbinabile sia al dolce che al salato, molto versatile e semplice da realizzare, trae ispirazione da una collaudatissima ricetta di Paoletta Sersante che trovate qui.

Panbrioche soffice al cacao

Tempo di preparazione: 2 ore

Tempo di cottura: 40 minuti

Tempo totale: 2 ore, 40 minuti

Panbrioche soffice al cacao

Ingredienti

  • 250 gr di farina manitoba
  • 220 gr di farina 0
  • 30 gr di cacao amaro in polvere
  • 150 gr di yogurt
  • 2 uova intere più un tuorlo
  • 1 albume per spennellare
  • 60 gr di burro fuso raffreddato
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 10 gr di sale
  • 1 bacca di vaniglia

Istruzioni

  1. Procediamo col creare il lievitino, sciogliendo il lievito nel latte appena caldo, prendere 90 gr di farina dal totale, impastiamo e mettiamo a lievitare al caldo per circa 90 minuti, o fino al suo raddoppio.
  2. Setacciamo le farine assieme al cacao e iniziamo a impastare;montiamo la frusta a foglia o K, nella ciotola della planetaria uniamo alle farine metà dello zucchero, le uova e il tuorlo e la farina che basta a far incordare la massa alla frusta.
  3. Togliamo dalle polveri un cucchiaio che poi useremo alla fine, adesso iniziamo ad inserire lo yogurt, dovremmo suddividerlo in tre parti e inserirlo assieme allo zucchero e farina restante.
  4. Esaurita la farina, inseriamo il sale e i semi della bacca di vaniglia, per ultimo il burro a filo e lentamente.
  5. Spolveriamo con il cucchiaio di farina precedentemente messo da parte e capovolgiamo l'impasto un paio di volte, fino ad ottenere un impasto perfettamente incordato, lucido ed elastico.
  6. Formiamo una palla, lasciamolo nella ciotola della planetaria, copriamo e mettiamo in forno spento a luce accesa per circa 90 minuti o comunque fino al raddoppio.
  7. Trascorso il tempo, rovesciamo su una spianatoia infarinata e pieghiamo a portafogli 2 volte, senza stringere troppo, copriamo a campana e lasciamo per 15 minuti.
  8. Adesso possiamo formare come meglio ci piace senza stringere con forza, spennelliamo con l'albume e, volendo, decoriamo con semi, rimettiamo in forno a lievitare fino al raddoppio, ovvero 90 minuti circa.
  9. Adesso inforniamo a 170° per 40 minuti circa, facendo attenzione a non andare troppo avanti in cottura per non pregiudicare la sofficità.
  10. Per chi ha un termometro a sonda da forno, può inserirlo e fermare la cottura a 94° al cuore dell'impasto.
  11. Sfornare immediatamente e togliere dagli eventuali stampi per evitare che si formi umidità, lasciando raffreddare completamente su una gratella.
Recipe Management Powered by Zip Recipes Plugin
https://www.antonellaganci.ifood.it/2016/06/panbrioche-soffice-al-cacao.html

 

Bon apetit!

Pane con farina di grano antico siciliano Timilia

 

Stanno ritornando di moda questi magnifici grani, poveri di glutine e quindi altamente digeribili.

Il venerdì sera mi dedico alla preparazione dell’impasto per il pane della settimana successiva e stavolta ho deciso di farlo 100% timilia.

Ha un sapore molto strong, da vero pane di casa e per questo motivo non piace a tutti, ma se volete riscoprire e assaporare un gusto ormai perso, vale la pena di provare.

x (1 di 4)

Ho trovato queste due farine “Piedigrotta” dei Molini Riggi di Caltanissetta, (troverete anche lo shop on line) nel supermercato A&O ad un prezzo tutto sommato giusto, ovvero 3,50 €/Kg… certo, un’enormità rispetto alle altre farine che siamo abituati a vedere negli scaffali, ma miei cari, la qualità si paga e non siate tirati nello spendere qualche euro in più per un prodotto buono e salutare e, soprattutto, della nostra terra!

Il procedimento è uguale per la ricetta del pane con grani antichi, cambia solo la dose di farina, che in questo caso sarà di 1 kg di Timilia.

x (2 di 4)

x (4 di 4)

x (3 di 4)

 

Il sapore, l’odore e il gusto di questo pane è indescrivibile… il risultato è molto simile al pane nero di Castelvetrano.

Bon apetit!

1 2 3

Social Media Integration by Acurax Wordpress Developers
CONSIGLIA Crostini con zucca arrosto e Roquefort
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On Google PlusVisit Us On YoutubeCheck Our FeedVisit Us On Instagram